Libertà di interpretazione

Sunday, 27 September 09
La recente discussione sulla libertà di stampa in Italia cela in realtà una libertà diversa, reclamata con forza dai potenti che possono permettersi di filtrare seriamente la già culturalmente poverissima TV italiana applicando un filtro che fa passare le voci che non disturbano il governo, e blocca tutto il resto.

Deve essere per forza così d'altra parte, altrimenti si delinea il quadro ancora più inquietante di un Berlusconi e suoi seguaci che non riescono, intellettivamente, a fare uno sforzo sufficiente per capire il significato universalmente riconosciuto di Libertà di Stampa.

La loro tesi è che ognuno può dire quello che vuole, teoricamente, ma poi se ciò che dice non è gradito, diventa non più lecito! Diventa un abuso di qualcosa, del servizio pubblico o di qualcos'altro. Questa interpretazione della libertà di stampa viola ogni essenza del concetto stesso. Ci troviamo dunque di fronte ad una qualità intellettivo-culturale troppo debole per abbracciare il vero significato di un così semplice e consolidato concetto o c'è la volontà di permettere di farsi strada all'idea di una libertà che segue il bon ton democratico ma si deve arrestare e divenire illecita non appena inizia a dare seriamente fastidio?

A voi la scelta, io non so rispondere.
post letto 9773 volte (3.3 letture al giorno in media)
Postato alle 10:25:56 permalink | 11 commenti | stampa | posta | trackbacks

Commenti

me Scrive:
27 Sep 09, 13:09:52
Un invito ad una riflessione: se ai tempi del centrosx al governo al posto di AnnoZero ci fosse stato un AnnoPrimo condotto da Emilio Fede con ospiti fissi Feltri, Belpietro, Ferrara, Moncalvo, .... con al posto della velina un bel militante leghista, con al posto di Vauro un Forattini, con pubblico selezionato da partiti opportuni con inviati uno qualsiasi di quelli di studio aperto eccc... E una commissione di vigilanza qualsiasi avesse sollevato una obiezione di qualunque tipo, ci sarebbero state manifestazioni di piazza per la libertà di stampa ? Ci sarebbero state raccolte di 10.000.000 di firme di REpubblica a favore della stessa da parte di intellettuali/artisti (o sedicenti tali)? Perche nessuno si infiamma se da tempo immemore (e cioè anche da quando Mr. B. non esisteva) una rete del servizio pubblico (RAI3) è un feudo esclusivo dalla sinistra (sfido chiunque a trovare un qualsiasi programma di rai3 di ispirazione cdx) ?
Datevi onestamente una risposta :)

Senza polemica, saluti
Doxaliber Scrive:
27 Sep 09, 13:32:04
Mi pare che Vespa su Raiuno faccia puntate monotematiche su Berlusconi, con trasmissioni (anche di altri canali!) che vengono annullate e spostate per non "disturbare" lo share, eppure Vespa, a differenza di Santoro, Biagi ed altri non è mai stato allontanato, né spostato ad altro canale. L'esempio di Rai 3 è specioso perché lo stesso si può dire di Rai 2 o Rai 1, la lottizzazione dei canali rai è storia vecchia.
me Scrive:
27 Sep 09, 13:40:44
Per il discorso Rai1-2-3 la mia interpretazione è la seguente: nell'ultima 15ina di anni (quelli che ricordo con cognizione di causa) Rai3 è sempre stato comunista/centrosx (tutte le trasmissioni a tutte le ore); rai2 qualcosa di cdx ce l'ha (ma anno0, la Bignardi e altre tramissioni di opinione hanno il loro peso specifico maggiore); rai1 è sempre stata filogovernativa (sia per sx che dx). E' giusto tutto ciò ? NO. va bene a tutti ? SI (in quanto nessun governo di sx o dx ha mai tentato di cambiare lo status quo). che dire...

ps per vespa non hanno spostato l'onore e il rispetto che come share ha fatto di più (che valga la democrazia del telecomendo ?)
Doxaliber Scrive:
27 Sep 09, 13:55:32
Le cose funzionano come dici tu, purtroppo.

Per Vespa, io ricordo che quella sera, visto che ero a casa e non avevo niente di meglio da fare, volevo vedere un po' del film Transformers su Italia 1. Prima visione tv, film ad alto incasso, ma anch'esso era stato spostato, ufficialmente per la morte di Patrick Swayze, però guardacaso era la stessa sera in cui una certa persona faceva il monologo su Rai Uno. Evidentemente ritenevano che il target di spettatori della fiction di canale 5 non potesse disturbare una trasmissione politica.

C'è da dire infine che non ricordo mai monologhi simili a quelli fatti da SB a Matrix e Porta a Porta da parte di premier del Csx, incluso l'ultimo Prodi.

Per carità, il centrosinistra ha enormi colpe e sicuramente ha lottizzato la Rai come tutti gli altri partiti, ma sono contrario a fare di tutta l'erba un fascio, delle differenze ci sono.
Doxaliber Scrive:
27 Sep 09, 13:56:07
Giusto per dare un riferimento alla questione Transformers:
http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=200...
me Scrive:
27 Sep 09, 14:10:43
io ricordo le interviste a tu-per-tu Prodi-Riotta senza contraddittorio ma non significa nulla: si potrebbero fare infiniti altri esempi e speculazioni ma purtroppo non abbiamo potere di cambiare le cose (a parte il telecomando) Ma il canone, guarda caso, lo pretendono a forza (anche per fare tramissioni che con la libera info non hanno nulla a che fare).

saluti e buona domenica :)
antirez Scrive:
27 Sep 09, 14:16:35
@me, @Doxaliber: io la vedo così, tutte e due le parti lottizzano, ma il centro sinistra per quanto sia anch'esso CaGoSo (ma meno di Berlusca in qualche modo, a mio modo di vedere, perchè non ha quei tratti di arroganza ignorante prepotente, o ce li ha ridotti), non ha mai pensato ad una soluzione pragmatica delle voci che danno fastidio (ovvero, le spengo).

Il tentativo di manipolare l'informazione a questi livelli è tutto nuovo e tutto berlusconiano, non voglio neppure dire che appartiene alla destra infatti. E' proprio suo personale, di uno che è abbastanza abbituato a comandare e abbastanza lontano da quella capacità di speculazione che lo renderebbero un essere colto e capace di capire il vero significato della libertà, parola che invece sbandiera ogni 60 secondi a casaccio.
me Scrive:
27 Sep 09, 14:25:45
@antirez: l'arroganza c'è ovunque (basta vedere quando, a sx, tutti sostengono che gli elettori di cdx sono tutti robottini teleguidati da SB e che lo votano solo perchè il loro QI non gli consente di capire che l'informazione è manipolata per fargli il lavaggio del cervello (l'altra sera Bocca a Annozero). O quando si sostiene che la cultura a dx non esista ecc... Magari è un arroganza meno plateale ma io la percepisco lo stesso :). ad ognouno la sua opinione :) ! (che per ora su internet non ce la leva nessuno)
Doxaliber Scrive:
27 Sep 09, 21:13:40
Il mio punto di vista è esattamente quello di Antirez. Francamente io queste interviste in solitaria di Prodi con Riotta non le ricordo proprio, in ogni caso, se anche ci sono state, erano uno spazio limitatissimo all'interno del TG, niente di paragonabile alle trasmissioni in prima serata ed in solitaria di SB.

Si, poi ci sarà anche l'arroganza dei singoli che ritengono gli elettori di cdx degli idioti, tuttavia mi sembra che si stiano paragonando cose che stanno su piani completamente diversi. Ciò che irrita di molti elettori del centrodestra è la totale mancanza di autocritica che molti di essi rivelano (più che elettori molti sembrano fanatici, l'elettorato di csx da questo punto di vista mi sembra molto più eterogeneo) o anche la tendenza al qualunquismo per cui "sono tutti uguali e Berlusconi non è peggio degli altri", ragionamento che già di per sé non giustificherebbe un voto a Berlusconi ma che secondo me rivela anche una certa superficialità d'analisi.

Un esempio: l'altro giorno discutendo con uno di cdx sulle escort di Berlusconi sai quello che mi ha risposto: "meglio Berlusconi che va con le escort che Sircana che va con i trans".

Questo tizio, ragionando così, ha tralasciato per strada particolari importanti come:
1) Sircana è stato fotografato una volta per strada, su Berlusconi esistono testimonianze, fotografie, video e quantità di prove difficilmente definibili come "gossip", come qualcuno va sempre ripetendo; in più l'uomo reitera nei suoi comportamenti e si fa puntualmente scoprire;

2) Sircana è stato fotografato in mezzo ad una strada, Berlusconi invece queste "donnine" le portava nei palazzi del Governo;

3) Nel caso di Sircana l'uomo, dopo aver capito che le foto c'erano, non ha continuato a negare, smentire, accusare, rimestare, ha ammesso le sue colpe e ha pure detto "pubblicate le foto", Berlusconi nega, minaccia, accusa, querela, fa mezze ammissioni quando la verità è palese, poi rinega, riminaccia, riquerela.

4) Punto più importante: Sircana era un portavoce del Governo, Berlusconi E' il Presidente del Consiglio.

5) Berlusconi, proprio come i suoi elettori rigira le frittate, anche (come spiegato da Facci e Giordano ad Annozero) rimestando in faccende che risalgono al passato remoto. L'Avvenire tuona che il Governo è amorale? Embè, parlate voi che avete un presunto gay a dirigere il giornale. La moglie di Berlusconi dice che va con le minorenni? Embè, parla lei che si denudava con le tette di fuori (con tanto di foto in prima pagina, a dimostrazione della scarsa considerazione che l'uomo B ha di quella che fino al giorno prima era sua moglie, mica una sconosciuta qualsiasi)

Anche in questa discussione mi pare tu metta sullo stesso piano questioni completamente diverse.
ernest Scrive:
28 Sep 09, 07:37:24
votiamo in blocco IDV!
les Scrive:
01 Oct 09, 09:19:38
Riguardo al voto all'IDV:
http://www.macchianera.net/2009/09/11/di-pietro-re...

E' brutto continuare a sentir parlare di dx e sx, io parlerei di su' e giu' se volessi fare dei distinguo.
Comments closed