Gmail videochat: una opportunita' mancata per l'open source

Friday, 14 November 08
Ieri sera mentre ero su gmail ho notato un nuovo link rosso in alto a destra. Indicava un nuovo componente di gmail chiamato Gmail Video Chat. Si tratta di un plugin da installare sul proprio computer (per ora niente Linux, funziona su Mac e Windows) che permette alle normali finestre di chat di gmail (proprio quelle che vedete dentro il browser se avete gmail aperto e la chat attiva) di trasformarsi anche in delle chat audio/video semplicemente premendo un tasto. In pratica e' skype senza la possibilita' di parlare con numeri della reale rete telefonica.

Gmail Vdieo Chat funziona bene, e da molti punti di vista meglio di Skype: la qualita' del video e dell'audio e' piu' stabile e il video sembra piu' fluido, anche se l'immagine non raggiunge la qualita' che ha skype quando il soggetto rimane immobile per qualche secondo. Quando non si usa il full screen la finestra della chat testuale e' immediatamente attaccata sotto quella del video, il che lo rende piu' comodo di skype. Specialmente quando si usa per lavoro e' molto utile comunicare pezzi di codice o link all'interlocutore e avere la chat in qualche finestra separata non e' molto confortevole.

A parte il prodotto in se che avrete sicuramente modo di provare da voi, i punti davvero fondamentali secondo me sono due:
  • L'open source ha perso una grande opportunita': la chat audio/video e' un problema importante da risolvere, e non puo' ancora essere fatto bene "via browser" senza un componente residente nel sistema (una applicazione residente nel caso di Skype, un plugin binario nel caso di Gmail Video Chat). L'open source poteva risolvere questo problema in maniera esemplare se avesse voluto, ed e' importantissimo che tale componente sia free per garantire interoperabilita' tramite protocolli liberi e liberta' per l'utente.
  • Secondo punto... skype era fino a qualche giorno fa l'unica possibilita' che avevano gli utenti di diversi sistemi (win, mac, linux in particolare) per comunicare in maniera libera. Da quando Skype 2 c'e' anche per linux e mac os x per la prima volta utenti dei tre sistemi operativi piu' diffusi sono liberi di parlare tra di loro senza problemi di interoperabilita' con una qualita' audio e video accettabile. Dal momento in cui Google rilascera' il plugin per Linux ci sara' finalmente un concorrente e forse vedremo un po' di innovazione e un aumento della qualita' di questi strumenti che iniziano a diventare sempre piu' importanti.
post letto 5594 volte (1.8 letture al giorno in media)
Postato alle 07:51:48 permalink | 5 commenti | stampa | posta | trackbacks

Commenti

Doxaliber Scrive:
16 Nov 08, 23:58:26
Io credo che sviluppare software audio/video su Gnu/Linux sia davvero davvero molto più difficile e complicato che non in windows. Dal punto di vista multimediale c'è qualche carenza di troppo e soprattutto mancano API unificate e semplici da usare. V4L soprattutto dimostra tutti i suoi limiti. Cinelerra è potentissimo e potrebbe essere la dimostrazione che sto dicendo fesserie, tuttavia secondo me la verità è che Cinelerra è stato programmato da un alieno, che però non capisce niente di interfacce ed ergonomia.. :)
davidonzo Scrive:
17 Nov 08, 12:48:48
Vedendo i ritmi di sviluppo di V4L, non posso che condividere il post.

In realtà un progetto pilota (o pilotabile) open già esiste, ma non è ben chiara che direzione stia seguendo il progetto.
antani Scrive:
17 Nov 08, 14:00:59
@davidonzo
quoto "...un progetto pilota (o pilotabile) open già esiste, ma non è ben chiara che direzione stia seguendo il progetto..."

purtroppo e' una caratteristica comune al 90% dei progetti open. Esempio principe: le varie distro Linux

my 2c, ciao
nerdgranny Scrive:
22 Nov 08, 18:04:22
io c'ho digsby che usa chat audio/video in flash a risoluzione minore rispetto a Google ma cmq funzionale e più fluido di skype.
SQUILIBRIO Scrive:
03 Jan 09, 11:10:53
Ieri sera mentre ero su puntogmail ho notato un nuovo link rosso in alto a destra. Indicava un nuovo componente di puntogmail chiamato puntoGmail Video Chat. Si tratta di un clitoride da installare sul proprio computer (per ora niente puntoG, funziona su Mac e Donalds). Vi ricordate quando in sala giochi si smanettavano freneticamente le levette del videogioco delle olimpiadi per correre più veloci? Ora il quesito è... presto tutti smanettoni?
Comments closed